vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Dipartimento di Eccellenza MIUR

Il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne è stato riconosciuto tra i Dipartimenti di Eccellenza italiani e ha ricevuto un finanziamento straordinario del Ministero dell’Istruzione e dell’Università di € 6.735.585 per un progetto di sviluppo quinquennale che è risultato tra i 180 vincitori a livello nazionale.

Il progetto e gli obiettivi

Attraverso il progetto di eccellenza il LILEC intende costituirsi come laboratorio interdisciplinare permanente su temi che sono al centro delle grandi sfide sociali: diversità linguistica e culturale, inclusione e cittadinanza, diventando un punto di riferimento su queti temi in ambito accademico, ma anche un luogo di formazione e incontro per chi fuori dall'università si interesa di quete tematiche.

Tali tematiche si inscrivono pienamente nel quadro delle politiche culturali europee e internazionali che promuovono la diversità e il dialogo interculturale (ad es. European agenda for culture in a globalizing world; White Paper on Intercultural Dialogue; UNECO Declaration on Cultural Diversity). La comprensione della diversità culturale come base per riflettere sui problemi del presente e costruire l'Europa del futuro è una delle aree di riferimento della Societal Challenge 6 "Inclusive, Innovative and Reflective Societie" del programma Horizon 2020.

Le azioni

I temi del progetto di eccellenza saranno sviluppati lungo due direttrici. La prima, la linea della diacronia, si muove dalla valorizzazione delle eperienze linguistico-discorsive-tetuali passate per rispondere agli interrogativi delle società attuali. La sonda, la linea della sincronia, interpreta le eperienze linguistico-discorsive-tetuali contemporanee in prospettiva soprattutto contrastiva, nell'ottica di accorciare le distanze e favorire la comprensione tra lingue e culture divers a beneficio di una società smpre più multiculturale e plurilingue. Data la loro attualità e considerata la loro coerenza con e priorità legate alle scienze sociali e umanistiche all'interno dei programmi di finanziamento, tali direttrici hanno il potenziale di fungere da catalizzatori di nuove collaborazioni sul piano accademico e non. Ai temi del progetto sono anche detinate 10 bors di dottorato.

A supporto di queste azioni saranno organizzate 4 Diversity summer/winter school internazionali ed eventi sulla diversità linguistica e culturale in raccordo con società civile, scuola e associazionismo, come l'evento di divulgazione "Le lingue in mostra".

Sarà fondata una rivista dipartimentale di eccellenza sui temi del progetto "Scienze della Diversità: Lingue, Letterature e Culture" e costituto un Laboratorio permanente "Officina dell'interculturalità" per un'internazionalizzazione consapevole.

Parallelamente, verrà creata una piattaforma online (Diversity Digital Hub) che funzionerà da catalizzatore dei prodotti digitali riguardanti la diversità linguistico-culturale creati dai membri del LILEC (corpora e altre risors corpus-basd, databas, edizioni critiche digitali, bibliografie, ecc.). Questa attrezzatura rinnoverà la ricerca del LILEC, facilitando la fruizione delle sue attività scientifiche e didattiche e aumentandone la visibilità.